Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2018-11-05 11:58:55

Distacco impianto geotermico


Ciao a tutti,
ho un appartamento in un condominio di nuova costruzione.
La peculiarità è avere la completa classe A anche grazie all'impianto geotermico per il riscaldamento e il raffrescamento.
Peccato che i disservizi a distanza di due anni siano una costante (perdite e fermi continui del sistema oltre che una scarsa efficacia).
I problemi sono da oltre un anno in sistemazione (nuova pompa, nuovo motore, ecc).
In assemblea ho chiesto la possibilità di sganciarmi dal solo raffrescamento volendo installare una pompa di calore autonoma. Pagherei ovviamente sempre il costo fisso del sistema ma non i consumi.
L'unità sarebbe installata nel mio balcone, forando la parete del mio appartamento.
Ho avuto tutti contro perché sostengono che il foro nel cappotto termico invaliderebbe la classe A dell'edificio (con tutti i vantaggi fiscali legati).
Posto che al limite credo la questione riguardi il mio appartamento, il foro nel cappotto in questione sarebbe realizzato a regola d'arte (è al coperto, sotto il mio balcone, nel muro adiacente la mia stanza).
inoltre, non avrebbe impatto dal punto di vista estetico, poiché lo appoggerei sul pavimento o appeso dietro la tenda da sole.
Come devo muovermi?
Come avere la certezza di poter eseguire i lavori?
Chi mi può certificare la legittimità del lavoro?
  • svevavolo
    Svevavolo Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 31 Ottobre 2018, alle ore 10:20
    Ciao, non so se lo sai gi?, aspetti fiscali a parte, il distacco dall'impianto di riscaldamento o di condizionamento centralizzato ? ammesso dalle norme condominiali "se dal suo distacco non derivano notevoli squilibri di funzionamento o aggravi di spesa per gli altri condomini." Inoltre, il rinunziante "resta tenuto a concorrere al pagamento delle sole spese per la manutenzione straordinaria dell'impianto e per la sua conservazione e messa a norma" (v. art. 1118, co.4, c.c.).Detto questo, l'esperto che tu cerchi credo che sia un ingegnere edile che si occupi di impiantistica. Tieni presente per? che se gli altri cond?mini non sono d'accordo la cosa pu? finire in ogni caso in causa e l? essere decisa dopo una ctu (consulenza tecnica d'ufficio). Sarebbe quindi consigliabile, a mio parere, oltre che il tecnico, anche parlare con un legale e trovare un accordo con il condominio.Ciao, non so se lo sai già, aspetti fiscali a parte, il distacco dall'impianto di riscaldamento o di condizionamento centralizzato è ammesso dalle norme condominiali "se dal suo distacco non derivano notevoli squilibri di funzionamento o aggravi di spesa per gli altri condomini." Inoltre, il rinunziante "resta tenuto a concorrere al pagamento delle sole spese per la manutenzione straordinaria dell'impianto e per la sua conservazione e messa a norma" (v. art. 1118, co.4, c.c.). Detto questo, l'esperto che tu cerchi credo che sia un ingegnere edile che si occupi di impiantistica. Tieni presente però che se gli altri condòmini non sono d'accordo la cosa può finire in ogni caso in causa e lì essere decisa dopo una ctu (consulenza tecnica d'ufficio). Sarebbe quindi consigliabile, a mio parere, oltre che il tecnico, anche parlare con un legale e trovare un accordo con il condominio.

  • manuelamargilio
    Manuelamargilio Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 5 Novembre 2018, alle ore 11:58
    A mio avviso la questione del cappotto termico deve essere approfondita. Il cappotto termico è una protezione isolante posta sulla parete dell'edificio che deve restare integra. Prima di iniziare i lavori contatterei un tecnico competente che sia in grado di valutarne la fattibilità tecnica e legale.

Notizie che trattano Distacco impianto geotermico che potrebbero interessarti


Lo sfruttamento del calore terrestre mediante impianto geotermico

Impianti rinnovabili - Un esempio considerevole di intervento nel campo residenziale della geotermia è quello che la Geothermal International Italia ha proposto in un progetto di teleriscaldamento geotermico.

Tutto quello che c'è da sapere sul riscaldamento geotermico

Impianti di riscaldamento - Il funzionamento di un impianto geotermico, che sfrutta il calore presente nel sottosuolo: un quadro completo per conoscere tipologie, impieghi e caratteristiche

Distacco dall'impianto centralizzato del condominio

Assemblea di condominio - Una argomentazione in assemblea di condominio è la spesa relativa alla centrale termica da parte dei condomini che hanno effettuato il distacco dall'impianto centralizzato.

Come distaccarsi dall'impianto di riscaldamento centralizzato?

Ripartizione spese - Ecco alcuni motivi e alcune informazioni su come distaccarsi dall'impianto di riscaldamento condominiale, ma per farlo bisogna prestare attenzione ad alcuni aspetti.

Come controllare e risparmiare sui consumi energetici

Affittare casa - Con i tagli decisi dall'Europa si prevede l'abbassamento delle temperature in casa a 19 gradi per il riscaldamento e 27 gradi per il condizionamento estivo.

Distacco dall'impianto di riscaldamento condominiale, spese e autorizzazione dell'assemblea

Parti comuni - La legge consente a ciascun condomino di distaccarsi dall'impianto di riscaldamento condominiale purché siano rispettati determinati requisiti tecnici. Quali sono?

Free Cooling, climatizzazione naturale

Impianti di climatizzazione - Risparmiare sulla bolletta di casa è uno dei maggior problemi che si affrontano ogni giorno, con l'impianto free cooling di climatizzazione naturale si può.

Riparto delle spese e rinuncia all'uso delle parti comuni

Parti comuni - Le spese per la conservazione della cosa comune, anche in caso di mancato utilizzo per via della rinuncia all'uso, si pagano in proporzione alla proprietà.

Distacco dal riscaldamento condominiale in Piemonte

Condominio - In Piemonte vige una normativa regionale che si sovrappone a quella nazionale e restringe le possibilità per un condòmino di staccarsi dall'impianto centralizzato.
REGISTRATI COME UTENTE
341.985 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//