Questo sito utlizza cookie! Leggi informativa privacy

Intonaco che si scrosta e umidità ...


login
09 Dicembre 2008 ore 13:03 5
Buongiorno a tutti, ecco la mia domanda:
abbiamo acquistato casa nuova ad aprile 2007 ed è andato tutto bene fino a qualche settimana fa...le abbondanti piogge degli ultimi giorni hanno infatti portato alla luce le seguenti magagne:

1) scala privata esterna coperta (va da piano terra nel garage interrato): appena sopra il profilo di marmo che delimita i primi 5/6 gradini si sta scrostando la pittura, immagino a causa dell'umidità...

2) bagno, unica parete esterna: appena sopra le piastrelle (1,20 m circa) è uscita una chiazza di umidità. Riguardando le foto del cantiere abbiamo trovato una corrispondenza tra la posizione della macchia e una spaccatura che corre in verticale lungo tutto il muro all'interno della quale -presumibilmente- passa un canale di scolo (interno, non so se sia possibile, cmq all'esterno non c'è nulla)...

La mia domanda è: i seguenti difetti sono coperti dall'articolo 1669 del c.c.? E -nel caso lo fossero- com'è meglio muoversi nei confronti del costruttore (che so essere persona tendente al 'lavarsene le mani')?
Possono bastare delle insistenti telefonate per cominciare, o è il caso da subito di notificare la cosa con una comunicazione scritta?

Grazie per la disponibilità.
  • Condominiale Ricerca discussioni per utente
    Martedì 9 Dicembre 2008, alle ore 16:55
    Devi mettere subito in mora il costruttore venditore a mezzo raccomandata RR.
    Lo scritto resta agli atti in sede di eventuale contenzioso futuro.

    Controlla se sei coperto dalla garanzia fidejussoria che il costruttore è obbligato ad attivare se il titolo edilizio è stato concesso dopo dal 2005, qui trovi la legge:

    http://www.condomini.altervista.org/FondoImmobili.htm

    http://www.condomini.altervista.org/Acq ... Tutela.htm

    Qui trovi precisi riferimenti circa la garanzia decennale del costruttore:

    http://www.condomini.altervista.org/Garanzia.htm
    rispondi citando
  • Nabor Ricerca discussioni per utente
    Martedì 9 Dicembre 2008, alle ore 18:12
    Ciao, come ha evidenziato Condominiale, le telefonate non servono a nulla, scrivi subito. La seconda doglianza da te prospettata potrebbe rientrare nel 1669, soprattutto se fosse legata ad un difetto di termoisolamento...l'acustica come va, a proposito?
    rispondi citando
  • Ale ^^ Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 10 Dicembre 2008, alle ore 07:46
    Grazie Condominiale e Nabor per i vostri pareri.

    Stasera verifico se nel prelminare e/o nel contratto di compravendita viene citata la fidejussione, purtroppo così a memoria non ricordo che ci sia (con "titolo edilizio" si intende la concessione edilizia? Di quella dovrei averne copia, così posso verificare le date, se successive al 2005 o meno)
    Che fare qualora la fidejussione non ci fosse e avrebbe dovuto esserci?
    Che fare qualora la fidejussione non ci fosse e non avrebbe dovuto esserci?

    Per quando riguarda l'acustica, Nabor, dipende cosa intendi: la casa è in un paesino di campagna, quindi non ci sono rumori esterni degni di nota.
    Noi siamo al primo e ultimo piano e non confiniamo con nessuno ai lati, abbiamo dei vicini sottostanti e in alcuni casi li sentiamo abbastanza nitidamente. Non so se fosse questo che ti serviva sapere...

    Vi ringrazio ancora per la disponibilità.
    rispondi citando
  • Condominiale Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 10 Dicembre 2008, alle ore 09:13
    Anche in mancanza di fidejussione sei comunque tutelato con la garanzia decennale del costruttore.

    Nel link che ti ho indicato sopra trovi tutti i riferimenti che ti possono essere utili se deciderai di mettere in mora il costruttore venditore con una raccomandata.
    rispondi citando
  • Nabor Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 10 Dicembre 2008, alle ore 11:21
    Guarda, lo dico per esperienza: il problema d'isolamento, legato alla qualità dell'opera, spessissimo si riscontra sotto profili che pure sono tecnicamente differenti, ma che giuridicamente godono dello stesso inquadramento. In altre parole, è circostanza frequente che al mancato isolamento termico si accompagni il mancato isolamento acustico, con quanto ne consegue in termini di responsabilità decennale del costruttore e degli altri soggetti eventualmente coinvolti (D.L. e progettista, in primis).
    rispondi citando
IMMOBILIARE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Sicurezzapoint
  • Murprotec
  • Faidatebook
  • Casa.it
  • Casa.it
  • Zaccaria Monguzzi
  • Geosec
  • Novatek
  • Velux
  • Officine Locati
  • WaterBarrier
  • Uretek
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI