Apertura botola su tetto abitazione


login
04 Marzo 2010 ore 09:31 4
Apertura botole su tetto di villino bifamiliare.

Con l'occasione dell'installazione di due impianti fotovoltaici sul tetto della mia abitazione ( uno mio ed uno del mio vicino, abitiamo in una bifamigliare affiancata ) vorremmo anche aprire 2 botole per l'accesso al tetto per garantirCi la possibilità di pulizia dei pannelli fotovoltaici.
Il tetto è di cemento armato e l'accesso si vorrebbe ottenere ognuno dalla propria cameretta, adibita a studio.
Le domande sono due:
1) Occorrono particolari permessi per tali aperture?
2) Si può avere un costo medio di esecuzione delle stesse?

Ringrazio in anticipo
  • Archibagno.it Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 4 Marzo 2010, alle ore 09:41
    Ti spostiamo nella sezione di progettazione, più consona all'argomento trattato.
    rispondi citando
  • Arkitria Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 4 Marzo 2010, alle ore 11:48
    Fermo restando che ogni comune é una nazione a sé, recentemente per lo stesso identico lavoro ho dovuto presentare la DIA in Comune.
    Alla seconda domanda non ti so rispondere, non solo perché ho il dubbio che il tuo solaio sia (addirittura) in cemento armato
    ma perché bisogna poi vedere anche cosa c'é sopra, che tipo di copertura c'é, che lattonerie vanno fatte intorno alla botola (o lucernario??).
    Ricordati di fare una botola coibentata altrimenti son guai!
    rispondi citando
  • Ecovip06 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 4 Marzo 2010, alle ore 12:51
    Grazie ,
    come supponi nel tuo mail, la soletta del mio tetto è in cemento armato con copertura in tegole marsigliesi.
    La DIA alla quale accenni, se non sbaglio, è un documento in autocertifcazione e quindi non ci dovrebbe essere bisogno di progetti o calcoli strutturali.
    Dico bene o è un'eresia?

    Ringrazio



    fermo restando che ogni comune é una nazione a sé, recentemente per lo stesso identico lavoro ho dovuto presentare la DIA in Comune.
    Alla seconda domanda non ti so rispondere, non solo perché ho il dubbio che il tuo solaio sia (addirittura) in cemento armato
    ma perché bisogna poi vedere anche cosa c'é sopra, che tipo di copertura c'é, che lattonerie vanno fatte intorno alla botola (o lucernario??).
    Ricordati di fare una botola coibentata altrimenti son guai
    rispondi citando
  • Arkitria Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 4 Marzo 2010, alle ore 13:14
    No, la DIA (Denuncia Inizio Attività) é un documento che deve essere predisposto da un tecnico abilitato (arch/ing/geom).
    A dir il vero io NON suppongo che il tuo soffitto sia tutto in cemento armato: ovvio che é possibile, ma é strano.
    Penso che possa essere fatto con travetti di cemento e "pignatte" intonacate (o eventualmente con altre pannellature prefabbricate).
    Se fosse tutto in cemento armato, sicuramente -al momento del taglio- troveresti un'armatura di ferro : in ogni caso tutto é risolvibile ma cambia il preventivo.
    rispondi citando
IMMOBILIARE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE







SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI