Questo sito utlizza cookie! Leggi informativa privacy

Sostituzione serramenti - manutenzione straordinaria?


login
22 Settembre 2010 ore 13:08 4
Ho sempre considerato la sostituzione di serramenti CON cambio di materiale (da legno a PVC) un intervento di manutenzione straordinaria e perciò soggetto a presentazione di vecchia DIA adesso SCIA.
Però navigando sul web ho trovato una sentenza del TAR del PIEMONTE, Sez. I - 12 aprile 2010, n. 1761 che così dice
"DIRITTO URBANISTICO - Sostituzione o rinnovamento di serramenti - Manutenzione ordinaria - Anche in caso di utilizzo di materiali diversi dagli originari - Art. 3, lett. a T.U. n. 380/2001 - Fattispecie: sostituzione di un cancello - Attività libera. La sostituzione o il rinnovamento di serramenti e, quindi, di infissi, serrande, finestre e abbaini, rientra nel concetto di finiture di edifici, come tale configurabile in termini di manutenzione ordinaria ai sensi dell?art. 3 lett. a) T.U. 6 giugno 2001, n. 380 e, cioè, di attività libera e non soggetta a denuncia di inizio attività ai sensi dell?art. 6 lett. a) dello stesso decreto, e ciò sia che vengano impiegati gli stessi materiali componenti, sia che la sostituzione o il rinnovamento venga effettuata con materiali diversi (T.A.R. Piemonte, Sez. I, 2.3.2009, n. 620). La sostituzione di un cancello rientra nel genus sostituzione di serramento ed è quindi, al lume del Testo Unico sull?edilizia, attività libera non soggetta neanche a denuncia di inizio attività. Pres. Bianchi, Est. Graziano - M.G. e altro (avv. Sertorio) c. Comune di Verbania - TAR PIEMONTE, Sez. I - 12 aprile 2010, n. 1761"
Se questi interventi vengono considerati MO non è più necessaria nemmeno la SCIA?
Grazie
  • Arkitria Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 22 Settembre 2010, alle ore 15:39
    Non so se è legge nazionale, ma se cambi il materiale (da legno a PVC) senza cambiare colore e soprattutto tipologia e disegno di serramento, per me è manutenzione ordinaria non soggetta.
    Nel caso di un cancello ho qualche dubbio che valga quanto sopra, perchè vorrebbe dire che dovrebbe venire rifatto esattamente uguale (...era in ferro totalmente marcio e viene "ricopiato" esattamente come prima?). Sto presentando un PdC in sanatoria per un cancello che un cliente ha realizzato leggermente difforme dal progetto previsto da altro tecnico!
    rispondi citando
  • Nabor Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 23 Settembre 2010, alle ore 12:59
    Buongiorno a entrambi. Io la penso come il TAR Piemonte, anche se, obiettivamente, bisognerebbe leggere il provvedimento impugnato, ossia l'Ordinanza del Comune di Verbania.
    rispondi citando
  • Arkitria Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 23 Settembre 2010, alle ore 13:43
    Ciao Nabor...mi sembra di capire dalla sentenza del TAR che si parli di differente materiale non di differente disegno.
    Se così fosse anch'io sono d'accordo: ma nel caso che si cambi il disegno (ed in un cancello è facile) non credi che diventi una modifica e perciò soggetta a domanda? Detta così sembra una banalità, ma te lo vedi un cancello in un ferro battuto in un palazzo ottocentesco sostituito da uno in lamiera di ferro traforata e pitturata di rosso??? Giusto per esagerare...ciao
    rispondi citando
  • Nabor Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 24 Settembre 2010, alle ore 13:38
    Ciao Ark, le tue argomentazioni sono senz'altro valide, ma, spesso e volentieri, norme e regolamenti (specie quelli locali) lo sono molto meno...
    rispondi citando
IMMOBILIARE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Uretek
  • Geosec
  • Sicurezzapoint
  • Zaccaria Monguzzi
  • Murprotec
  • Velux
  • Novatek
  • Officine Locati
  • WaterBarrier
  • Casa.it
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI